Questo sito utilizza i cookie per darti una esperienza di navigazione migliore.

Le 12 Porte: Naturopatia - Astrologia - Peat e DP4 - Trattamenti Energetici e Consulenza

Le mani e i piedi sono i "terminali esterni" del corpo. Tutti gli organi vitali, le ghiandole ed i nervi possono essere raggiunti e manipolati attraverso i molti sentieri sottili che dalle mani e i piedi conducono al cuore, alla testa, alla gola, all'ombelico, alla milza ed alla zona del sesso. Questi sentieri, conosciuti anche come meridiani, sono fondamentali nell'agopuntura, nell'agopressione e nella medicina orientale. Essi hanno proprietà stimolanti e sedative e si distinguono nelle categorie tipiche di Yin o Yang, a seconda che il fluire della loro energia vada verso l'alto, "dalla Terra al Cielo", o verso il basso, "dal Cielo alla Terra". Le mani e i piedi sono considerati microcosmi del corpo e possono essere utilizzati per prendere contatto con ciò che è all'interno del corpo. Lo Shiatzu, il Do-in e le relative tecniche di "zone" e terapie di "riflesso" sono tutte fondate sull'uso e sulla conoscenza dei meridiani.

Nei tempi antichi era molto in voga l'usanza di guardare le mani ed i piedi per conoscere meglio la persona con la quale si aveva a che fare. Queste parti del corpo dovevano essere lavate dal padrone di casa quando si intratteneva o si invitava l'ospite. Massaggi delicati ma fermi alle mani ed ai piedi per sfregamento, carezzamento, solleticamento o con la pressione digitale, hanno un effetto benefico e calmante sull'individuo. Inoltre, concentrandosi su specifiche parti del corpo e facendo contemporaneamente pressioni sulle parti corrispondenti dei piedi o delle mani, è possibile ripristinare il benessere tramite il bilanciamento delle energie interiori. Molte problematiche fisiche e disfunzioni del corpo possono essere alleviate in questo modo. Di solito sono i piedi, più che le mani, ad aver bisogno di massaggi, dal momento che camminiamo tutto il giorno, intrappolati in strette scarpe e ristrette da calze o calzini. Sono continuamente in contatto con superfici dure o pavimenti, e raramente hanno contatti con superfici organiche come la terra, la sabbia o l'erba. La gente che è costretta ad usare in maniera eccessiva le mani o coloro i quali camminano tutto il giorno, in genere soffrono di disfunzioni interne che possono essere curate dalla pressione continua sui terminali esterni. I blocchi o le costrizioni interne possono essere guariti massaggiando le mani o i piedi avendo le mente assolutamente concentrata. Colui che riceve i massaggi dovrebbe essere aperto e rilassato ed informare l'altro di ogni dolore che prova a causa della pressione che viene esercitata di volta in volta; quando si prova dolore, vuol dire che nella zona corrispondente, all'interno del corpo, di quel punto delle mani o dei piedi, esiste uno scompenso o qualche tensione (vedi illustrazioni). Evitate sempre di premere troppo durante questi massaggi, per evitare scomodi effetti collaterali. Il mio scopo, trattando questa tecnica, è quello di dimostrare quanto questi massaggi possano essere d'aiuto per distendersi, per stimolare la circolazione ed aumentare la vitalità e l'armonia interna.

Il massaggio è uno dei modi più semplici per rilassare il corpo così come è uno dei mezzi più diretti per stabilire una profonda comunicazione con l'altro. Un importante principio da tener presente quando si massaggia qualcuno è che bisognerebbe creare, in tutto il corpo, un eguale equilibrio; non massaggiate solo una mano o un piede non toccando l'altro, non stimolate solo i meridiani di un solo lato senza stimolare poi i meridiani che sono dall'altro lato. I riflessi del piede sinistro influenzano le varie parti del lato sinistro del corpo, su fino al collo, punto dal quale passano al lato destro. All'inverso, i riflessi del piede destro influenzano il lato destro fino al collo, da dove comincia ad influenzare il lato sinistro. L'alluce è collegato tramite un meridiano alla testa; il centro del piede è collegato con la parte centrale della schiena, la vita, i reni, lo stomaco ed il pancreas; la zona intorno al tallone conduce alla regione sessuale. Se massaggiate entrambi gli alluci, questo massaggio andrà a beneficio di tutta la testa; questo può alleviare il mal di testa o far passare il dolore agli occhi, alle orecchie ed al naso. Il massaggio ad entrambi gli alluci stimola anche eroticamente a causa di una abbondante salivazione del soggetto rilassato.

Dovrebbero essere massaggiati, per l'affaticamento generale o la depressione, i riflessi delle ghiandole; questi sono i meridiani che collegano all'ipofisi, alle surrenali, alla milza, alla pineale e all'area sessuale. Si trovano in entrambe le mani ed i piedi. I dolori mestruali possono essere alleviati massaggiando i meridiani che conducono all'utero, alle tube di Falloppio e all'organo sessuale, nonché con un massaggio gentile ma concentrato nella zona del fondo schiena ed alla base della colonna vertebrale.

P.s. : le donne in gravidanza dovrebbero astenersi dal praticare e dal farsi fare massaggi.

Si ritrovano i meridiani relativi agli organi interni anche sul volto. Il fegato può essere raggiunto da un massaggio in mezzo agli occhi. Una tecnica yoga molto antica consiglia di praticare il Kapala randhra dhauti, ossia la purificazione della cavità della testa che è descritta nel modo seguente nella Gheranda Samhita: "Strofinate la depressione della fronte vicino all'attaccatura del naso, con il pollice della mano destra. Se praticate questo massaggio quotidianamente, saranno curati i malanni che sorgono a causa di squilibri vitali. I vasi interni si puricheranno e sopraggiungerà la chiaroveggenza. Quest'esercizio dovrebbe essere praticato ogni giorno dopo il risveglio, dopo i pasti e nel pomeriggio." Ciò aiuta a riattivare e rinvigorire il fegato e gli altri organi interni e fa molto bene alla salute.

La milza può essere raggiunta massaggiando entrambi i lati del naso; le reni risentono del massaggio fatto sulle leggere depressioni sotto gli occhi ("le borse"); il cuore, o meglio la sua zona di riferimento, è ubicata all'estremità del naso; i polmoni fra le guance e le narici; l'organo sessuale è legato al labbro superiore, leggermente al di sopra, verso il naso. La ghiandola pituitaria, che controlla la maggior parte delle secrezioni ormonali, può essere stimolata massaggiando il centro della fronte, la ghiandola pineale (3° occhio) massaggiando la corona della testa e la ghiandola tiroidea con un leggero massaggio attorno al collo. Le tempie possono essere massaggiate leggermente per dare sollievo e liberare dalle tensioni mentali.

Considerate il massaggio come un rituale. Cominciate dalla testa, dai piedi o dalla spina dorsale e ripetete mentalmente le vostre intenzioni per allontanare tutti gli ostacoli ed i blocchi del vostro partner, rinvigorire il corpo e caricarlo di energia positiva. Cercate di armonizzare il vostro respiro ed usate il suo controllo per aiutarvi nella concentrazione. C'è un segreto speciale riguardo al massaggio creativo: la persona che massaggia deve infatti canalizzare l'energia dal suo intero corpo verso l'esterno, attraverso le mani. Fate salire attraverso il corpo in modo cosciente questa energia e visualizzatela come emessa dalla punta delle dita. Durante i massaggi sarebbe bene usare degli oli, rigorosamente di origine biologica certificata. In teoria, dovrebbero essere caldi, soprattutto in inverno. Consiglio del buon olio di semi di sesamo, o di mandorle, con qualche goccia di oli essenziali profumati (sandalo, rosa, gelsomino, timo, incenso, lavanda, rosmarino e patchouly).

Qui sotto è riportato l'orologio biologico in cui vengono evidenziati i vari collegamenti tra gli organi, i meridiani e il loro momento di massima attività.

Un po' alla volta anche i medici cominciano a capire che tutti gli organi del corpo seguono, nell'arco delle 24 ore, un ritmo particolare che ha questo andamento: dapprima vi è una "fase alta", in cui ogni organo funziona per duo ore in modo particolarmente efficiente, per poi entrare subito dopo in una fase più "creativa" della durata di altre due ore.

Alcuni avvenimenti "misteriosi" trovano una spiegazione illuminante proprio in questo ritmo quotidiano del nostro corpo (medicina cinese).

Dalle 7 alle 9 : STOMACO (elemento Terra) - In questa fase lo stomaco lavora a pieno regime ed è pronto per fare scorta di energia. Ma quale energia? Come fare in modo di iniziare la giornata con slancio e ottimismo? A questo proposito non è importante come si faccia colazione (in realtà lo è) o se la si faccia o meno, quello che conta è la qualità dei pensieri e soprattutto le emozioni con cui vi alzate dal letto ed uscite di casa. Siete voi a scegliere con quale nutrimento, materiale e spirituale, appesantire o nutrire il vostro stomaco (e la vostra mente). Alzatevi quindi per tempo per poter fare le cose con calma, fate una bella doccia, mangiate e bevete comodamente ciò che vi piace (cercando di preferire cibi sani, biologici, miele, cibi integrali, succhi appena fatti, evitando caffè e zucchero raffinato, possibilmente). Rinunciate al giornale se i contenuti vi deprimono o vi fanno arrabbiare. Nessuno nasce dormiglione, qualcosa fa in modo che lo diventiamo: l'insonnia, una cattiva notizia, dei cattivi pensieri o altro ancora. Come vorreste che fosse la vostra mattina? Cosa vorreste mangiare? Cosa vi impedisce dal letto con gioia? Trovate la risposta e passate all'azione.

Dalle 9 alle 11 : MILZA / PANCREAS (elemento Terra) - Milza e pancreas lavorano ora "a tutto vapore", mentre lo stomaco si riposa: una colazione pesante quindi risulta dannosa dopo le 9 del mattino. Se tra le 9 e le 11 del mattino si assumono zuccheri aumenta il tasso di colesterolo e il pancreas deve fare un superlavoro per abbassarlo. Questo provoca in breve tempo un calo di rendimento che spesso cerchiamo di superare ricorrendo al caffè: un circolo davvero vizioso. Rinunciate a tutti i dolci e ai prodotti molto zuccherati, anche se è difficile, almeno per queste due ore.

Dalle 11 alle 13 : CUORE (elemento Fuoco) - Cercate di non affaticare l'attività del cuore nella sua "fase alta" mangiando troppo: smettete quando la fame si sarà placata. Il corpo ci mette circa 5 minuti a segnalare che il limite in questo senso è stato superato. Se siete già sazi durante i pasti significa che avete effettivamente mangiato troppo...non eccedete nel mangiare ora, il cuore si affatica oltre modo in questo lasso di tempo, specialmente se avete problemi di cuore.

Dalle 13 alle 15 : INTESTINO TENUE (elemento Fuoco) - Verso le 13 può subentrare una stanchezza improvvisa e un calo di rendimento. L'attività del cuore e la circolazione rallentano di colpo; l'intestino tenue, che porta il carico principale di tanti processi legati alla digestione, reclama i suoi diritti lavorando sodo e chiede una pausa al resto del corpo. La "placida siesta" dei paesi del sud del mondo è quindi un'usanza assolutamente da rispettare. Al giorno d'oggi si va perdendo a causa della folle e miope morale del lavoro, che scambia necessità vitali e soste per pigrizia: abbiamo dimenticato che il lavoro con rigidi orari di inizio e fine è stato introdotto solo nel nostro secolo. Perlomeno delle pause pranzo più lunghe farebbero diminuire drasticamente malattie e costi sanitari delle nostre aziende e dei nostri enti.

Dalle 15 alle 17 : VESCICA (Elemento Acqua) - La vescica, questo importante organo addetto alla depurazione, lavora in modo particolarmente efficiente dalle 15 alle 17. Tutti i tè miranti a depurare il sangue, bevuti con luna calante tra le 15 e le 19, agiscono al meglio. In generale è comunque una buona cosa bere molto in queste ore.

Dalle 17 alle 19 : RENE (Elemento Acqua) - In queste due ore i reni lavorano al meglio. SE per esempio avete la possibilità di avere un appuntamento per un massaggio di riflessologia plantare dopo le 17, sfruttate quest'occasione: il trattamento può essere molto benefico proprio per i reni affaticati e quindi per tutto il corpo. Se durante il massaggio dovete andare in bagno, siatene contenti. Fate una pausa, di solito passa rilassandosi. Dopo le 19 non dovreste bere più molto, soprattutto prima di andare a letto. In particolare il latte e la cioccolata danneggiano i reni, perché il latte non viene ben assimilato.

Dalle 19 alle 21 : CIRCOLAZIONE (Elemento Fuoco) - Molti genitori lo vedono quotidianamente: quando riescono a mettere a letto i figli prima delle 19 questi dormono senza problemi. Dopo quest'ora addormentarli diventa una specie di lotta e non senza motivo: dalle 19 alle 21 la circolazione lavora al meglio, e il corpo e la mente hanno bisogno di tutto tranne che di dormire.

Dalle 21 alle 23 : ACCUMULO di ENERGIA in genere (Elemento FUOCO) - Anche in queste due ore succede a molte persone che l'energia si metta in moto: questo è particolarmente evidente nei giovani, che in vista di un nuovo giorno non hanno affatto voglia di riposare. E' possibile che capiti anche alle persone più anziane alle quali non sia stato inculcato il concetto:"Subito a letto, altrimenti domani non sei riposato". E' in questa fase che il corpo accumula energia.

Dalle 23 alle 1 : CISTIFELLEA (Elemento Legno) - Quest'organo, che con le sue secrezioni contribuisce a trasformare il cibo nell'intestino tenue, e il fegato, addetto alla depurazione dell'organismo, hanno il loro "momento di gloria" tra le 23 e le 3 di notte. Chi si sveglia sempre a quest'ora farebbe bene a fare attenzione al funzionamento di questi due organi. Alla sera è meglio rinunciare a pietanze grasse: una cena pesante può danneggiarli ulteriormente, impedendone un funzionamento regolare.

Dalle 1 alle 3 : FEGATO (Elemento Legno) - Il fatto che il riposo sia fondamentale per il fegato, tanto che come ricostituente viene spesso prescritta una cura del sonno, dipende certo dal fatto che esso si rigenera solo nel sonno e solo nel sonno può svolgere le sue funzioni vitali. Se quindi viene danneggiato gravemente tra le 2 e le 3 di notte (per esempio assumendo alcol o dormendo poco) ciò è particolarmente svantaggioso. E' anche importante che il corpo sia ben caldo, cosa che di solito a letto succede.

Dalle 3 alle 5 : POLMONI (Elemento Metallo) - Gli alpinisti e gli escursionisti hanno spesso sperimentato che in genere partire alle 3 del mattino è molto meglio, dal punto di vista dello slancio, che non alle 5; dalle 3 alle 5 del mattino, infatti, c'è la fase alta dei polmoni. La partenza alle 3 fa sì che si possa superare più facilmente il calo energetico successivo alle 5 del mattino: si è per così dire più "riscaldati". Lo stimolo a tossire che a volte i fumatori avvertono al mattino dipende da questo: i polmoni hanno fatto un grande lavoro per eliminare le sostanze tossiche.

Dalle 5 alle 7 : INTESTINO CRASSO (Elemento Metallo) - Il cibo sosta per due ora nell'intestino tenue, e circa venti minuti in quello crasso. Tra le 5 e le 7 del mattino si può efficacemente sostenere l'attività depurativa del crasso bevendo un bicchiere d'acqua tiepida. Alcuni sorsi sono già sufficienti per aiutare enormemente l'evacuazione.

Una volta che il ritmo quotidiano del corpo vi sarà diventato familiare, anche durante il giorno e a prescindere dalla posizione della Luna (che incide moltissimo) potete mettere in atto al momento giusto molte misure per il vostro benessere e la vostra salute che saranno ancora più efficaci: per esempio l'assunzione di rimedi o l'eliminazione di sostanze tossiche. Effettuare un massaggio alle mani e ai piedi migliora notevolmente il nostro stato di benessere. In particolare, il massaggio alle mani favorisce lo scioglimento delle tensioni corporee che si hanno dopo una giornata stressante, alleggerisce la mente liberandola da quei pensieri martellanti e ripetitivi; in pratica porta benefici sul piano fisico, mentale ed emozionale. Il massaggio ai piedi invece permette un diffondersi di calore dopo il giusto strofinamento delle dita, liberando di conseguenza il flusso di energia, premendo sulla pianta del piede si riattiva la circolazione venosa, aumentando così il flusso sanguigno verso il cuore, infine, con un giusto massaggio piedi, viene riattivata la circolazione linfatica. In generale, eseguire un massaggio rilassante a mani e piedi, riduce il senso di gonfiore dovuto a disfunzioni del microcircolo, alleviando gli arti dalla terribile sensazione di gonfiore, pesantezza e stanchezza.

Newsletter

NATUROPATA STEFANO REGUZZI

Consulenza naturopatica e astrologica, percorsi individuali, trattamenti olistici. 

 

P.zza Statuto, 15 - 10122 - TORINO - +39 348 16 90 146info@le12porte.it

P.IVA 10887410016 - C.F. RGZSFN69P13B157J

Copyright © 2018 Naturopata Stefano Reguzzi - Piazza Statuto 15 - 1022 Torino. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.